San Savino: la Fiera del Cavallo di Ivrea

Ivrea: la città che ha nel nome il suo destino!


La romana Eporedia altro non era che un’importante stazione di sosta per i carri equestri lungo la strada a controllo della Via delle Alpi, il suo nome, di origine celtica, ne spiegherebbe la ragione epo (cavallo) reda (carro).
Da Eporedia ai medievali Evriae, Eborgia, Yporegia sino all’odierna Ivrea.

E a Ivrea nei due momenti più importanti della città, il Carnevale e la Fiera di San Savino, i protagonisti sono loro: i CAVALLI!

La Fiera di San Savino è una delle più importanti manifestazioni a livello regionale, ma anche nazionale. Tradizione amatissima dagli eporediesi è fiera e festa patronale. Il patrono della città è infatti San Savino.
Le reliquie di San Savino, vescovo martire di Spoleto, secondo alcune notizie storiche, furono trasportate, nel 956, ad Ivrea da Corrado, Marchese di Ivrea e Duca di Spoleto, per sfuggire alla peste scoppiata nella regione umbra.

SAN SAVINO: DOVE SACRO E PROFANO SI FONDANO


Lo Scambio dei Ceri tra i Priori, la Sacra Processione di San Savino, la Grande Cavalcata (sfilata di cavalli e cavalieri del territorio), i Fuochi di San Savino (lo spettacolo pirotecnico), Cento Carrozze Sotto le Stelle (la più grande sfilata di attacchi d’Italia animerà le vie cittadine in un originale carosello equestre), la Fiera dei cavalli e il Mercato Fieristico.
Tutti gli anni moltissimi anche gli eventi collaterali nei giorni di festa.

  • SCAMBIO DEI CERI E LA PROCESSIONE

    SCAMBIO DEI CERI E LA PROCESSIONE
    Durante la Cerimonia dei ceri, che avviene nella Chiesa di San Nicola da Tolentino, i priori dell’anno precedente passano l’incarico a quelli dell’anno.
    I priori rappresentano il centro storico e i quartieri di Ivrea: San Grato, Bellavista, Torre Balfredo, San Lorenzo e San Bernardo. Ogni cero retto dal priore porta i colori della città.
    La Cerimonia dei ceri precede la Santa Messa e la processione in onore di San Savino del 7 luglio .
    In questa occasione le reliquie sono trasportate su una carrozza circondata dai priori con il loro cero e precedono la processione con le bandiere storiche delle parrocchie (rioni cittadini) gli Alfieri, che aprono l’altro momento fondamentale di Ivrea la Marcia del Carnevale che da il via alla festa.
    La giornata si conclude con lo spettacolo pirotecnico, anticipato da “La Grande Cavalcata” per le vie cittadine, una singolare sfilata di cavalli e cavalieri del territorio.

  • LA SFILATA DELLE CARROZZE

    LA SFILATA DELLE CARROZZE
    La Sfilata di Carrozze si svolge di sera, carrozze d’epoca o recenti si radunano attenendosi al Regolamento che prevede per il Maître o Cocchiere una “tenuta consona all’epoca ed all’utilizzo della carrozza”.
    Tutti gli equipaggi sono presentati agli spettatori: le caratteristiche dell’attacco, della carrozza, dei finimenti, dei cavalli e, a volte, anche dei passeggeri.
    Questa è l’occasione per ammirare tutti i diversi tipi di attacchi: singoli, pariglie, tandem, tiri a quattro, tiri a cinque o tiri composti da più di sei soggetti.

  • FIERA

    FIERA
    La Fiera di un tempo oggi ha perso la sua ragione di scambio per diventare un’esposizione.
    I bellissimi cavalli presenti sono sottoposti ad un’attenta valutazione morfologica tenuta da un’attenta ed accurata giuria. Ovviamente a fine giornata: “The Best in Show”.


SAN SAVINO #PassioneSecolare



Per tutti i dettagli potete visitare il sito Sito Associazione Festa e Fiera di San Savino



CANAVESELAB A SAN SAVINO

canaveselab-a-san-savino-web page

Dal 2015 CanaveseLAB prende parte alla Fiera di San Savino con il suo stand nella centralissima Porta Vercelli.

Un’occasione per far conoscere il Canavese alle molte persone che si recano a Ivrea per la manifestazione. Ogni anno raccontiamo quello che facciamo, i progetti futuri ed è anche l’occasione per incontrare nuovi e vecchi amici appassionati del Canavese!


Lascia un commento