Frutta in Canavese

4.frutta_scopri_canavese_2018

Frutta in Canavese


Le castagne

Con il suo guscio lucido e la pasta morbida la castagna è uno degli ottimi prodotti del Canavese…

Scopri di più

Le castagne

Nel passato, la castagna, era l’alimento base delle zone montane, infatti il castagno veniva chiamato “albero del pane” , con le castagne secche si preparavano minestre a base di latte, si mangiavano bollite, arrostite, diventavano farina,…
Frutto dalle molteplici proprietà nutritive, è oggi ingrediente per gustosissime ricette, ottimo anche nella semplice versione in cui ha come coprotagonista il burro, ovviamente dei pascoli canavesani!

A metà ottobre si può fare un piccolo viaggio in Canavese per partecipare alla “Sagra della Castagna” di Nomaglio. Qui si tiene il “Concorso Castagna d’oro” e vengono premiate le migliori castagne crude, ma soprattutto è l’occasione per gustare le buonissime castagne canavesane che, arrostite sul fuoco, diventano caldarroste! Può anche essere l’occasione per visitare l’ecomuseo della castagna, dove l’antico Mulino ad acqua è stato recuperato e trasforma le castagne essiccate in farina
. Se non si può a metà ottobre si può arrivare a fine ottobre a Ingria, nella bellissima e incontaminata Valle Soana, ma ottobre è un mese in cui in tutto il Canavese si possono mangiare le favolose caldarroste!!!

I piccoli frutti

I piccoli frutti arrivano con l’estate e sono un tripudio di colori: rosso, nero, blu, giallo, viola,…

Scopri di più

I piccoli frutti

Le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie di more, lamponi e mirtilli hanno fatto sì che la richiesta aumentasse e iniziasse una vera e propria produzione di questi frutti.
In Canavese i piccoli frutti che crescono spontaneamente nel sottobosco, alle pendici dei monti e nelle zone collinari, hanno trovato il luogo ideale dove essere coltivati e da qualche decennio gli agricoltori canavesani non solo li coltivano, ma li trasformano in composte, in nettari, ecc.

Come per tutti i prodotti locali di alta qualità del Canavese si può venire direttamente qui per conoscere le aziende produttrici e assaggiare i loro prodotti durante la Sagra del Mirtillo a Moncrivello, che solitamente si tiene a fine giugno.

Le pesche e i Kiwi

Le pesche e i kiwi sono coltivati nella zona del Canavese dove tre provincie piemontesi si incontrano, quella di Biella, quella di Vercelli e quella di Torino.

Scopri di più

Le pesche e i Kiwi

In questa parte collinare e pianeggiate tra i comuni di Maglione, Cossano Canavese, Settimo Rottaro, Borgo d’Ale, Maglione, Moncrivello e Viverone si possono vedere filari di kiwi e frutteti che in primavera si colorano di rosa con i fiori di pesco.

Passando da un paese ad un altro in mountain bike, a piedi, o in macchina si possono vedere lungo le strade, fuori dalle aziende agricole, i produttori che vendono direttamente la loro frutta. Le pesche nei mesi estivi mentre per i kiwi occorre aspettare l’autunno.

Ogni anno a Maglione si tiene la “Sagra delle pesche” un appuntamento dove scegliere tra decine di cassette di pesche quale portare a casa.


7. aziende agricole



This website uses to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept' button.

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

This content is blocked. Accept cookies to view the content.