Mostre e Cultura

Ti racconto il castello: la biblioteca – visita specialistica

Biblioteca di Masino-attività 2018 mini

 Dal 15 Aprile al 23 Settembre 2018
  Biblioteca Castello di Masino Caravino (TO)


Da domenica 15 aprile a domenica 23 settembre 2018 la Biblioteca del Castello di Masino organizza uno speciale ciclo di incontri “Ti racconto il castello: la biblioteca”

Ogni appuntamento si concluderà con una visita alla straordinaria biblioteca del Castello.

La Biblioteca del Castello di Masino, ricca di circa venticinquemila volumi, conserva i testi che i conti Valperga hanno acquisito e collezionato attraverso i secoli, a dimostrazione di un’attenzione particolare per quanto veniva pubblicato in Europa in ambito sia letterario che scientifico.

DE ARTE GEOGRAPHICA
Domenica 15 aprile, 20 maggio, 17 giugno
(Ore 11.00, 12.00, 15.00, 16.00, 17.00 sino ad esaurimento posti disponibili, presentarsi in biglietteria 30 minuti prima dell’orario previsto)


    Un tema che ha suscitato da sempre particolare interesse è quello geografico: a partire dal XVI secolo i viaggi dei navigatori, le scoperte di nuove terre e il contatto con nuovi popoli hanno stimolato curiosità ma anche riflessioni e considerazioni scientifiche che hanno trovato il loro naturale sbocco nella pubblicazione di atlanti e carte geografiche, suscitando un ripensamento anche sulla cartografia italiana ed europea.
    A Masino è conservata la Cosmographia universalis di Sebastian Münster, edita a Basilea nel 1554, testo considerato miliare nella geografia tedesca. E ancora le Navigationi et viaggi di Giovanni Battista Ramusio in cui sono raccolte le testimonianze dei viaggiatori in Africa e Asia. Vi è anche l’Italia di Giovanni Antonio Magini, pubblicata a Bologna nel 1620 e rimasta per quasi un secolo un riferimento per la descrizione della nostra penisola. Non manca neppure l’Atlas Russicus, dato alle stampe dall’Accademia delle Scienze di San Pietroburgo nel 1745.

DE ARTE EQUESTRE
Domenica 15 luglio, 19 agosto, 23 settembre
(Ore 11.00, 12.00, 15.00, 16.00, 17.00 sino ad esaurimento posti disponibili, presentarsi in biglietteria 30 minuti prima dell’orario previsto)


    Altro tema che trova ampia espressione nella Biblioteca di Masino è quello legato ai cavalli. Animali importanti per il trasporto delle persone e delle merci, per i lavori anche di fatica, per l’arte militare, nei secoli scorsi hanno ricevuto considerazioni particolari per ciò che concerne l’allevamento, la riproduzione delle varie razze, così come la difesa dalle malattie. Agli studi di ippiatria si sono accompagnati quelli concernenti l’arte cavalleresca, dal modo di cavalcare al tipo di briglie e di finimenti da utilizzare. Ecco, quindi, a Masino il Cavallo frenato di Pirro Antonio Ferraro, opera pubblicata a Napoli nel 1602 riguardante i finimenti, il Trattato delle razze de’ cavalli del chirurgo Carlo Giovanni Brugnone del XVIII secolo e la cinquecentina veneziana Ordini di cavalcare, primo trattato a stampa di equitazione composto dal napoletano Federico Grisoni, maestro di dressage.

Viene inoltre organizzato un ciclo di incontri, solo su prenotazione, volti ad illustrare le diverse attività legate alla produzione artigianale del libro e a far scoprire quali professionalità sono richieste e quanta cura è necessaria per realizzare un testo a stampa tradizionale

LA CARTA
Sabato 12 maggio ore 15.00


    Come si realizzava un tempo un foglio di carta? Che cosa sono i filoni e le vergelle? Quale l’importanza della filigrana? C’è ancora chi ne propone la produzione artigianale e che ci mostra, facendole anche provare direttamente, quali siano le fasi di produzione di un foglio.

LA TIPOGRAFIA
Sabato 9 giugno ore 15.00


    In un mondo abituato ad impaginare testi tramite l’uso del computer che cosa significa comporre una pagina con caratteri mobili? Un tipografo “storico” mostra come si realizza un brano, accostando nella gabbia i singoli caratteri e spiegando quali erano in passato le fasi di lavorazione tipografica di un testo a stampa.

GLI STRUMENTI DIAGNOSTICI
Sabato 15 settembre ore 15.00


    Come “vedere” il libro antico in una prospettiva diversa: vengono utilizzati strumenti ottici e diagnostici, in genere applicati a diversi settori di indagine conoscitiva e di lavoro, per scoprire dettagli altrimenti non individuabili a occhio nudo sui volumi antichi. Per esempio, è possibile ammirare i risultati di una radiografia fatta ad un libro, oppure capire che cos’è la lampada di Wood, a che cosa serve l’Aqua-boy, o ancora vedere al microscopio le pelli delle legature.

Pedalata vigorina 2018 – Salerno

Biblioteca di Masino-attività 2018 web

Data: Domenica 24 giugno 2018

INFO:
Sito FAI
Pagina Facebook evento



#VISITCANAVESE


Tags: , ,






Autore CanaveseLab

Autore CanaveseLab

Per farsi trovare occorre farsi conoscere

Lascia un commento

This website uses to give you the best experience. Agree by clicking the 'Accept' button.

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

This content is blocked. Accept cookies to view the content.

This content is blocked. Accept cookies to view the content.