ciclovie canavesane 150x150

CICLOVIE CANAVESANE E IL VIAGGIO LENTO

ciclovie canavesane caravino Fotografia Pagina Facebook Comune di Caravino

CICLOVIE CANAVESANE E IL VIAGGIO LENTO

Se vi piace andare in bicicletta, o passeggiare in tutta tranquillità, e godere del territorio incantato della campagna canavesana il primo tratto delle ciclovie canavesane è pronto!

Ma cosa sono le ciclovie canavesane?

Le ciclovie canavesane sono una rete di tracciati pedonali-ciclabili sulle “vecchie” strade di campagna. Le strade, utilizzate dai mezzi agricoli, sono state tracciate e sono stati posti dei cartelli con le indicazioni per percorrere i due itinerari.
Le segnalazioni e gli ingressi sono indicati nel centro di ogni paese. A questo proposito sono in fase di allestimento dei pannelli con le mappe e il loro sviluppo sul territorio.
I percorsi sono estremamente facili, su strade bianche, che permettono facilità di scorrimento, sicurezza e rispetto ambientale.

Naturalmente non bisogna mai dimenticare che il nostro territorio si sviluppa alternando pianura e collina, rendendo i percorsi molto variegati anche tecnicamente.

Attualmente sono praticabili i percorsi che collegano i Comuni limitrofi di Albiano d’Ivrea, Ivrea, Bollengo, Vestignè-Tina e Caravino-Masino.
Tra pochissimo sarà possibile raggiungere, sempre per vie secondarie, anche i Comuni di Azeglio, Cossano Canavese, Strambino-Realizio e Palazzo C.se.

Oggi quindi è possibile percorrere l’itinerario delle Ciclovie Canavesane con una rete carrareccia, che si sta sviluppano intorno al Comune di Albiano d’Ivrea, di oltre 15 km da percorrere nelle tranquillità della campagna canavesana, per apprezzare gli aspetti naturalistici, in assoluta tranquillità, al di fuori delle rotte di transito veicolare pesante, pericoloso e frenetico.

Il nostro progetto, semplice e realizzabile praticamente a costi zero, se non per la segnaletica, è aperto a tutti i Comuni che ne vorranno far parte.

Le strade di campagna, che ospitano il ridotto traffico agricolo, non necessitano di interventi importanti, di costruzione, di infrastrutture o di espropri.

Con l’aiuto delle Associazioni sportive (ASD) presenti in ogni Comune, in un tempo relativamente breve, le principali direttrici nord-sud-ovest-est dei Comuni possono essere rese fruibili come strade ad alta ciclabilità (ciclovie).

Ciclovie canavesane caravino albiano
Strade che potrebbero diventare un’ulteriore risorsa per il Comune, per le aziende agricole o per nuove attività come il bike-cafè, cioè punto di ristoro, aperto al pubblico, ma specializzato nell’assistenza al mondo dei ciclisti con attrezzatura (chiavi, cavalletto, ricambi).


PER INFO: Team Fuori Onda Bike – www.fuoriondabike.it


Tags: , ,






Trackback dal tuo sito.

Luciano Debernardi

Luciano Debernardi

ciclismo eroico= macchine recuperate dai solai, strade bianche, maglie di lana, polvere e passione

Lascia un commento