Archivia per maggio, 2015

Napoleone_miniatura150

Palazzo Canavese “Nel segno di Napoleone”

per rivivere due giorni di atmosfera dei primi anni del 1800

Anche quest’ anno, il piccolo paese di Palazzo Canavese, si appresta a rivivere due giorni di atmosfera dei primi anni del 1800. Investito in pieno dal passaggio delle truppe napoleoniche sulla strada che avrebbe portato alla battaglia di Marengo diventa oggi teatro di uno scontro a fuoco condotto secondo i canoni e le tattiche dell’epoca.

fiori_di_acacia2_miniatura

Le fritelle di fiori di acacia

o meglio FRICIOI AD GASIA

La gasia, la robinia o acacia, è un albero falsamente umile. Emigrata qui in Canavese due o tre secoli fa dall’America del nord, ha un aspetto dimesso: tronco esile, rami un po’ molli, foglie pallide e piccoline. fiori_bosco In realtà è dotata di un subdolo spirito imperialista, e avanza silenziosa a danno delle imponenti querce indigene e dei nobili castagni, portati qui duemila anni fa da altri colonizzatori, gli antichi Romani.

miniatura_scalaro

Scalaro: un luogo di rara bellezza…

…PER UN WEEKEND A CHILOMETRI ZERO

A volte si fanno chilometri e chilometri alla ricerca di mete e paesaggi stupendi e non conosciamo quello che è a pochi passi da noi. Ad esempio pochi conoscono la suggestiva Borgata di Scalaro a Quincinetto. Beh!! che dire, questa meta così vicina ad Ivrea non ha nulla da invidiare a località ben più rinomate. Se avete voglia di conoscerla il momento migliore è l’ultimo weekend di luglio.

terre_ballerine_150x150

LE TERRE BALLERINE

Alla scoperta di un esclusivo fenomeno naturale.

L’itinerario, attraverso un percorso circolare, di poco più di un’ora, costeggiando la riva nord occidentale del Lago Sirio conduce alle “Terre Ballerine”. Uno strato di torba, appoggiato su una superficie d’acqua, sopra il quale cresce il bosco. L’acqua permette alla torba di galleggiare e si può quindi saltellare su questo “esclusivo” tappeto elastico, ad ogni salto anche le piante vicine si muovono. ovviamente se i giorni precedenti è caduta la pioggia l’effetto elastico aumenta.